Nel mondo della musica elettronica Richard Dorfmeister ha lasciato innumerevoli tracce. Dalla metà degli anni ’90, l’artista, flautista, produttore e DJ viennese ha pubblicato brani classici e remix con il suo socio Peter Kruder come Kruder e Dorfmeister. I dischi di Kruder e Dorfmeister come il “G-Stoned EP” (sulla loro etichetta G-Stone, 1994), così come la seminale “DJ Kicks” mix-compilation per K7! (1996), e la compilation di remix “K & D Sessions” (1998) sono considerati capolavori senza tempo. Sia “DJ Kicks” che le “K& D Sessions” sono stati dei bestseller, ognuno dei quali ha venduto più di un milione di copie. Dal punto di vista musicale, il magico suono di Kruder e Dorfmeister non è più svanito.

Lo stesso vale per il progetto Tosca di Dorfmeister, che ha iniziato insieme al compositore classico Rupert Huber. I due ex compagni di classe avevano già suonato insieme in una band ai tempi della scuola. Nel 1995 si sono uniti di nuovo e sono passati all’elettronica. Il debutto di Tosca, “Chocolate Elvis”, divenne un immediato successo per i DJ con la sua atmosfera rilassata e jazzistica e un cantante scat che canta “Chocolate Elvis”. Il successivo album “Opera” (1997) fu pubblicato con molto successo, aggiungendo il nome di Dorfmeisters a livello internazionale, che rappresentava un suono di musica elettronica con un tocco organico molto speciale. Tra i tour mondiali di Kruder e Dorfmeister e i lavori di remix, Tosca pubblicò continuamente singoli come “Fuck Dub” accompagnati da edizioni di remix mozzafiato che presentavano sempre i biglietti caldi della scena remix. Dopo “Opera”, Tosca ha pubblicato vari album acclamati come “Suzuki” (2000), “J.A.C” (2003), o “No Hassle” (2005), tutti su G-Stone, spingendo i confini della musica elettronica oltre i suoi confini conosciuti. Tosca alla fine divenne anche un vero e proprio live act, che portò a vari spettacoli dal vivo con Dorfmeister e Huber che eseguivano la loro musica con gli strumenti.

Come se non fosse già il DJ e produttore più impegnato, Richard Dorfmeister iniziò a collaborare con il duo viennese Madrid De Los Austrias nei primi anni ’00, e pubblicò brani di musica house più orientati alla danza, che rispecchiavano il lato da club savvy dello straordinario DJ di lunga data. Con la collaborazione con i Madrid De Los Austrias, è andato completamente sul dancefloor, in contrasto con la musica rilassata che ha pubblicato con Tosca o Peter Kruder. Come “Richard Dorfmeister feat. Madrid De Los Austrias”, ha pubblicato una manciata di singoli e vari remix per Willie Bobo, Koop e Pressure Drop. Queste uscite orientate ai club lo hanno presto reso un nome familiare come DJ solista nella scena mondiale dei club. I suoi DJ set eclettici e che garantiscono una festa immediata hanno portato a innumerevoli ingaggi di DJ in tutto il mondo.

Nel 2010, Dorfmeister si è riunito con Peter Kruder per uno spettacolo dal vivo “K & D Sessions” che includeva le immagini di Fritz Fitzke, collaboratore di lunga data di G-Stone VJ, e le performance di Earl Zinger e MC Ras T-Weed. Con esibizioni a The Big Chill, Sonar Festival e numerosi altri festival di alto profilo, lo spettacolo “K&D Sessions Live” è diventato un successo immediato con un conseguente tour mondiale. Ultimamente, Richard Dorfmeister ha anche aggiunto l’MC Ras T-Weed ai suoi DJ set da solista per una nuova collaborazione DJ / MC show.
Dal 2013 Dorfmeister si è concentrato maggiormente sul progetto Tosca – una serie di album e progetti di remix sono stati pubblicati (“Odeon”, “Tlapa-the odeon remixes” (2013), “Outta here” (2014), “Shopsca-the outta here mixes” (2015), “GoingGoingGoing” (2017), “Boomboomboom – the GoingGoingGoing remixes” (2018). Il live Tosca è andato in tour in tutto il mondo e ha visto le performance vocali di Rob Gallagher e Cath Coffey (stereo mc’s).

La partnership Kruder & Dorfmeister è stata riattivata nel 2017 ed è stata seguita da un tour mondiale nel 2018 -” the K&D 25 years anniversary session” – che celebra 25 anni di suoni g-stoned.

 

Richard Dorfmeister

DJ SET